Naturalmente a Tangi Stampa

tangiLa manifestazione è organizzata dall'Associazione Cultura e Tradizione Tangi in collaborazione con i cittadini di Tangi, l'Associazione Pro Loco, il Comune di Buseto Palizzolo e il Comune di Erice e della Provincia Regionale di Trapani.

La manifestazione è organizzata dall'Associazione Cultura e Tradizione Tangi in collaborazione con i cittadini di Tangi, l'Associazione Pro Loco, il Comune di Buseto Palizzolo e il Comune di Erice e della Provincia Regionale di Trapani e si è svolta dal 26 giugno al 4 luglio 2010.

Tangi è una piccola frazione rurale di Buseto Palizzolo, a confine tra il territorio di Erice e Valderice. L'idea iniziale è stata quella di valorizzare la cultura contadina e le bellezze paesaggistiche del luogo dal quale si gode un'incantevole veduta panoramica che va da Erice, Trapani e le saline, le isole Egadi fino a Marsala e Mozia.

Nasce così Naturalmente a Tangi, che consiste nella rievocazione delle laboriose fasi della mietitura e raccolta del grano con metodi tradizionali. La preparazione dell'aia, il trasporto ( stravuliari ) dei fasci di spighe, la battitura con gli zoccoli degli animali ( cacciari ), la separazione della paglia ( spagghiari ) con l'ausilio del vento ed infine la passata al setaccio ( cirnuta cu crivu ) .

Occasione molto importante per tramandare alle nuove generazioni le antiche tradizioni contadine dell'agro ericino.

Nel corso della manifestazione, è possibile visitare il piccolo museo contadino e assistere a momenti di poesia dialettale, folklore con musica, canti e balli come la tradizionale cuntrananza, antico ballo che si eseguiva proprio nell'aia.

Inoltre, ai visitatori viene data la possibilità di poter gustare tanti prodotti e piatti tipici locali come la ghiotta di babaluci, pani cunzatu, favi pizzicati, ghiotta di babaluceddi, miliddi e buon vino locale.

Alla Manifestazione sono stati presenti i Cavalizzi Siciliani dell'Ordine di San Martino, con i loro splendidi soggetti del Cavallo da Sella Siciliano Indigeno. Una tappa che domani potrebbe benissimo far parte di un circuito turistico rurale all'interno del quale si possono scoprire antichi gusti enogastronomici che valorzzano il nostro territorio e lo rendono unico, apprezzandone i paesaggi assieme all'amico Cavallo e la scoperta di territori incontaminati.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE