Benvenuti nel Sito Ufficiale A.R.A.C.S.I. Associazione Regionale Allevatori Cavallo da Sella Siciliano Indigeno
RSS
Feb 21
Correva l'anno 1237 PDF Stampa E-mail

oddone de camerana Oddone de Camerana e i Longobardi a Corleone

Rievocazione storica. Correva l'anno 1237, le continue guerre e le ribellioni, avvenute durante la dominazione saracena, avevano diminuito la popolazione corleonese. Fu allora deciso dall'imperator Federico II di Svevia di ripopolare Corleone con i militi al seguito di Oddone de Camerana, un fedele ghibellino di origine Lombarda che si era distinto, insieme ai suoi uomini, durante l'assedio di Brescia. I lombardi si trasferirono a Corleone in diverse fasi per tutto il secolo XIII e fino nei primi anni del XIV secolo.

 

I nuovi abitanti, provenienti principalmente dal Piemonte e in particolare dall'Alessandrino, si insediarono all'interno del quartiere di San Giuliano, posto nella parte alta della città vicino al Castello Superiore, che rappresentava per l'epoca la parte residenziale, dove vivevano le famiglie più facoltose. Un altra zona fortemente lombardizzata fu quella del quartiere di San Pietro, si trattava però di un quartiere più commerciale che residenziale, con una grande piazza, in cui si trovavano botteghe, taverne e forni.

Tra queste due zone era situato il quartiere Lombardia, corrispondente all'attuale via Lombardia. I Lombardi erano caratterizzati da un forte sentimento di coesione e di solidarietà che li spingeva a formare un'elite. Gia appena dopo un decennio, i nuovi abitanti della terra di Corleone accumularono benessere e ricchezza, tanto che nei documenti si riporta la notizia di una città prospera, popolata e fortificata. Qualche anno più tardi, un altro Camerana, di nome Bonifacio, capitano del Popolo di Corleone, avrebbe fatto grande il nome della sua città, distinguendosi nella rivoluzione del Vespro, accorrendo per primo in soccorso della città di Palermo.

 
pubblicita